martedì 26 gennaio 2010

Tartare e scottata di Tonno ai Semini


Alloraaa ciao a tutti!
Quella di oggi non è una vera e propria ricetta, bensì il mio era un esperimento. Mi spiego meglio.
Ho sempre adorato la tartare di tonno, mangiata per la prima volta in una vineria di Gallipoli, dove veniva preparata veramente ad arte; proprio da lì non a caso, nasce il mio amore per questo tipo di pesce, che però non ho mai osato preparare, in quanto decisamente inesperta.

Sabato però...girovagando per l'ipermercato, capito per sbaglio davanti al banco del pesce, dove troneggia nell'angolo dei prodotti più pregiati...questo magnifico filetto dal colore rosso rubino.
Il tonno ha una consistenza talmente particolare e raffinata...da sembrare della frutta candita, il filetto non presenta nessuna imperfezione e la sua linearità e la sua "quasi" trasparenza oserei dire, mi riporta alla mente proprio dei frutti canditi.


Questo post, non contiene una ricetta, ma dei consiglie dei suggerimenti se anche voi come me, non avete mai preparato questo piatto.
Ho acquistato circa 240/250 g di tonno(essendo la prima volta, non volevo rischiare) ed ho cercato sul web, sulle riviste, sui libri a mia disposizione tantissime ricette di TARTARE.

Ho cercato di capirne le basi, e sono giunta alla conclusione che una giusta era sicuramente succo d'arancia (lo preferisco al succo di limone perchè più delicato) ed olio evo.

Le ricette elencavano ingredienti di ogni tipo, ma tra quelli essenziali ho scelto i capperi tritati.
Ho continuato con pinoli tostati, sesamo tostato, uno spicchio d'aglio intero per profumare(ma la prossima volta credo di tritarlo), salsa Worchester, tabasco, zenzero grattugiato e salsa di soia.
Vengono uniti tutti gli ingredienti e si lascia marinare per pochi minuti.

Si sforma sul piatto con l'aiuto di un coppapasta.

Il filetto in primo piano invece è una scottata di Tonno, purtroppo troppo scottata...ho sbagliato i tempi di cottura, di sicuro perchè ho utilizzato una pentola troppo sottile che mi ha tratta in inganno. Il filetto doveva essere appunto solo scottato e crudo internamente :-( invece il mio si è cotto completamente...PAZIENZA, la prossima volta saprò dove corregere l'errore.

Spero la mia simil ricetta/consiglio vi sia piaciuta.

Un bacione e buona settimana!

18 commenti:

  1. sarà anche un esperimento ma a me sembra davvero delizioso tutto ;-)

    P.s. non mi dimentico del mega incontro, mi organizzo e ti faccio sapere.
    Baciiii

    RispondiElimina
  2. Ha un aspetto davvero invitante

    RispondiElimina
  3. che buona!!! mi piace molto quest'idea!!!

    RispondiElimina
  4. mmm, quando la rifai?!
    è da mangiare già in foto!

    RispondiElimina
  5. io adoro il tonno! solo a guardare ho l'acquolina!

    RispondiElimina
  6. carissima è spettacolare questo piatto!!! devo riprodurlo!! un bacione.

    RispondiElimina
  7. Che pisattino particolare...bravissima!!!
    baci baci

    RispondiElimina
  8. ahahahah....volevo scrivere...piattino...ahahah

    RispondiElimina
  9. Ti capisco: il problema del tonno è che cuoce in un attimo, e invece bisognerebbe tenerlo rosso all'interno. E allora, la tua tartare alternativa mi pare un'ottima via d'uscita, senza rischi... Brava! Bella creatività...
    A presto

    Sabrine

    RispondiElimina
  10. che buone!!! anch'io ieri sera ho fatto la scottata ma con lo spada, ma anch'io ho cotto troppo!!! bravissima comunque!!! Baci

    RispondiElimina
  11. si, la vera/ ricetta mi è piaciuta e anche molto ;) ciao

    RispondiElimina
  12. GRAZIE 1000 a tutte...sono contenta vi sia piaciuta! ;-)))

    RispondiElimina
  13. salsa Worchester, tabasco, zenzero grattugiato....o santa padella!!!! ho da poco finito di "pranzare" ma mi è ritornata l'acquolina in bocca! Ti devo far conoscere Patrizio, il cuoco di casa di Alex...(per la verità ex casa..) ho mangiato una "ventrsca di tonno" spettacolare...scottata all'esterno e rosina all'interno!
    baciooooooo

    RispondiElimina
  14. mi sembra che sia venuto buono lo stesso complimenti la tartare con i semini non è una brutta idea

    RispondiElimina
  15. Ciao Ylenia, ieri ho provato la tua ricetta della tartare di tonno...MMMMMH! Davvero deliziosa! Ho fatto solo due piccole variazioni: niente tabasco (ma solo perchè in casa non l'avevo :(!) e per condire ho usato l'olio aromatizzato al limone (che fa la mia mamma e che di solito uso per condire il pesce)! Ah.. ho usato i capperi di Pantelleria... io li adoro!!!
    Grazie per questa ricettina, HANNO GRADITO TUTTI, da ripetere sicuramente... pensa che si è leccato i baffi persino il mio bimbo che ha... 2 ANNI ;)!!

    RispondiElimina
  16. Gunther: Onorata di averti qui...seguo sempre volentieri il tuo blog, è molto interessante ed informativo...e sono decisamente interessata ai tuoi argomenti.

    Anastasia:Ma daaaiiii mi fai emozionare Anastasia...le tue variazioni sono di sicuro ottime, l'olio al limone si sposerà benissimo. Brava brava...vero che il tonno è trooooppo buonooo?
    Un bacione bella

    RispondiElimina